mercoledì 23 gennaio 2013

Fuori tempo


È come quando in un'orchestra, durante un concerto, 
c'è un musicista che va fuori tempo.
La bravura degli altri orchestrali non copre 
la défaillance del singolo musicista.
Il pubblico percepisce la stonatura 
e non può fare a meno di notarla e disapprovarla.
Poco importa che il musicista da solo sia bravino: 
nell'orchestra non funziona e risulta solo un incapace.

Ecco, quel musicista che va fuori tempo sono io.
Per quanto mi sforzi sono sempre fuori tempo
 e non riesco proprio a seguire il ritmo:
continuo ad essere quella nota stonata che stride dentro una bella sinfonia.
Continuo ad essere fuori tempo.


Giovanni Mirabassi (J'ai pas le temps d'avoir trente ans - Album: Cantopiano - Anno: 2006)




10 commenti:

  1. Magari il nostro principe ha un ritmo e un tempo tutti suoi ........

    RispondiElimina
  2. Tesoro, quale stonatura, per me era una delle poche note del concerto degna di essere ascoltata.
    Principe, vai bene così.

    RispondiElimina
  3. vieni da me che suoniamo insieme il flauto :D

    RispondiElimina
  4. Ma è dalle note definite "stonate" che nascono le nuove idee, le nuove correnti, le innovazioni, le rivoluzioni :)
    Sulle note stonate avevo fatto un post una volta (http://labussolaimpazzita.blogspot.it/2011/11/note-stonate.html)... magari ti ispira :*

    RispondiElimina
  5. E poi lo diceva pure Jobim ;)

    RispondiElimina