lunedì 19 settembre 2011

Pioggia di settembre


Piove. Guardo le gocce di pioggia che battono forte sul vetro della finestra. L'intenso profumo della terra bagnata penetra nelle mie narici ed è l'unico legame tra me e la realtà. Si alza il vento e incomincia a piovere sempre più forte. Osservo incantato l'acqua che scivola via dal vetro, perso nei miei pensieri. Ho ancora il sapore delle tue labbra sulle mie. Le mordo delicatamente cercando di fare ancora più mio il tuo ricordo. Con le dita mi tocco le labbra alla ricerca del tuo respiro. Mi accarezzo il viso alla ricerca del calore delle tue carezze. Sento ancora le tue mani venose sulle mie guance. Mi sfiorano il viso, le riempio di baci. Ho ancora addosso il profumo della tua pelle, il calore del tuo abbraccio. Nelle orecchie rimbomba il suono della tua voce. Il mio cuore esulta perché tu ci sei. Penso a Te, a Me, a Noi. Sorrido. Alito sul vetro fino ad appannarlo. Col dito disegno un cuore con dentro le nostre iniziali, con la stessa perizia di un grande artista. Ammiro il mio capolavoro che svanisce. Sorrido. Non piove più. Penso a quel bacio tanto atteso e arrivato. Guardo cadere giù le ultime gocce dai rami degli alberi. Penso che sia troppo vero per essere solo frutto di un sogno. Spunta un arcobaleno con l'arco tutto completo, tamburello con le dita sul vetro. Penso a quel bacio tanto desiderato che aspetto ancora di ricevere. Apro la finestra. Mi domando se mai ci sarà questo bacio che mi lasci senza fiato, che mi stravolga la vita e se sarai Tu a darmelo. Respiro a pieni polmoni e felice mi riperdo nei miei pensieri.

6 commenti:

  1. Ti ringrazio per aver condiviso questo momento pieno di sensazioni con noi.

    Ps. scrivi benissimo!!

    RispondiElimina
  2. Che bello spasimare per queste cose!!! :)

    RispondiElimina
  3. @ Still: mi lusinghi. :)

    @ Miky: sì, ma sarebbe ancora più bello realizzarle. ;)

    RispondiElimina