giovedì 8 settembre 2011

Siate affamati. Siate folli.


Credo che sia uno dei discorsi più belli che abbia mai ascoltato in vita mia. Mi ha colpito in particolare due passaggi che vorrei tentare di far miei e lascio qui come pro memoria per il futuro:
  
«Dovete trovare ciò che amate. E’ questo è tanto vero per il vostro lavoro quanto per chi vi ama. Il lavoro riempirà gran parte della vostra vita e l’unico modo per essere veramente soddisfatti e quello di fare quello che pensate sia il lavoro migliore. E l’unico modo per fare il lavoro migliore e quello di amare quello che fate. Se non lo avete ancora trovato, continuate a cercare. Non vi fermate. Come tutti gli affari di cuore, lo saprete quando lo troverete. E, come nelle migliori relazioni, diventerà sempre migliore al passare degli anni. Quindi, continuate a cercarlo fino a quando non l’avrete trovato. Non fermatevi».
 «Il vostro tempo è limitato, quindi non sprecatelo vivendo la vita di qualcun altro. Non lasciatevi intrappolare dai dogmi - che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altri. Non lasciate che il rumore delle opinioni altrui lasci affogare la vostra voce interiore. E, cosa più importante, abbiate il coraggio di seguire il vostro cuore ed il vostro intuito. Loro sanno già quello che voi volete veramente diventare. Tutto il resto è secondario».

2 commenti:

  1. in effetti è un bellissimo discorso, l'ho ascoltato dall'inizio alla fine...parole simili vorrei averle sentite il giorno della mia laurea, magari ora me la passerei meglio :)

    RispondiElimina
  2. E sì, è proprio un bel discorso. :)

    RispondiElimina