domenica 14 ottobre 2012

A pochi passi dalla fine


 Lo dico così, 
senza troppi giri di parole, 
dritto al punto: 
Mi sono arreso. 
Ed è giusto che sia così, 
d'altronde quando si è dei perdenti da sempre 
non può essere altrimenti.
Ora che l'ho ammesso,
sono in pace con me stesso.


Max Richter (Sarajevo - Album: Memoryhouse - Anno: 2002)

8 commenti:

  1. Non ti abbattere, prima o poi cambierà...per tutti!

    RispondiElimina
  2. Sai alle volte arrendersi è l'unico modo per poter cambiare libro ed andare avanti, arrendersi non è necessariamente un male, alle volte ci vogliono moltoa più forza e coraggio per arrendersi e voltare pagina che non per ostinarsi in battaglie ormai perse...
    Già il fatto che ora dici di essere in pace con te stesso è un bene, non credi?

    RispondiElimina
  3. Mi sa che hai ragione.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  4. Non mi ricordo chi lo scrisse, mi sembra Pirandello, ma la palla per rimbalzare e andare verso l'alto deve toccare terra. Ora tocca anche a te. Non darti del perdente, anche quando ti senti così.
    Fidati, te lo dice chi ha sempre odiato e preso in giro i fautori del pensiero positivo e dell'ottimismo a tutti i costi (e continuo ancora a farlo). Mi piace essere obiettivo, e l'obiettività comprende pure perdere. Anche più di una battaglia. Ma abbattersi mai. Nemmeno quando sembra la soluzione più facile...
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  5. Fra...non vorrei scrivere nulla perchè mi trovo imbarazzatissimo a dare consigli, conoscendoti anche molto poco.
    Però, mettendola sul piano dell'età, mi sento in obbligo di dirti: che CAZZO STAI A SCRIVERE?
    Ci si arrende al tumore in fase terminale, alla morte, ma mai, mai a problematiche annesse e connesse all'amore. al lavoro o ad altri fattori contingenti della vita.
    Mi fermo, ma ti prego di considerare che viviamo una volta sola e, pertanto, cerchiamo di godere quel pò che ci da.
    Abbraccione amico lontano :-*

    RispondiElimina
  6. Mi addolora vederti così.
    Ti prego, credici che le cose possono cambiare. Trova la forza di crederlo, perchè anche se c'è qualcosa dentro di te che ti dice che non è possibile, beh, invece lo è. Ci sono le prove, parliamo di realtà, non di seghe mentali....
    Fatti forza, ti mando un abbraccio. So che dal di là del mare di internet si sentirà poco, ma sento vicina la tua esperienza, certe cose le ho provate anche io, e mi rattrista troppo leggere quel che scrivi.

    RispondiElimina
  7. arreso a cosa? se la tua resa equivale a voltare pagina hai fatto benissimo. Alle volte per ripartire col piede giusto bisogna fare tabula rasa del passato e pensare a cosa ci rende felici. Non c'è una ricetta uguale per tutti.ciao bello

    RispondiElimina