domenica 3 giugno 2012

Grazie di cuore!


Succede che il dolore rende ciechi e ti fa stravolgere la realtà. Lentamente scivoli lungo un vortice che rischia di fagocitarti. Perdi di vista tutto. Incominci a dubitare di te, della persona amata, dei tuoi sentimenti, insomma di tutto. Sembra che tutto sia irrimediabilmente rotto e non si aggiusterà mai più. Ci vuole un tempo indefinito e variabile affinché si riprenda il viaggio, ma intanto ci si tortura con domande martellanti più o meno legittime. Si finisce per farsi un processo, dove si è contemporaneamente giudice implacabile ed imputato colpevole. Tutto volge al peggio... 
Poi, capita delle volte che i miracoli accadano sul serio, o più semplicemente si riesca a trovare la chiave e come per magia ogni cosa incomincia a tornare al suo posto. A volte quella chiave si veste di parole dette, altre volte scritte, altre volte ancora tramite semplici gesti. La mia è avvenuta tramite mail. Quelle parole sono state come la forza dirompente di un'onda che ha buttato giù i muri che stavo ricominciando ad erigere, ha spazzato via il vortice in cui stavo cadendo, ha colmato il mio senso di vuoto e di impotenza, ha placato la mia sete di verità. Forse non erano esaurienti, forse non erano quelle che volevo, ma erano quelle giuste, quelle sincere che nascono dal cuore, quelle che riconosci vere senza se e senza ma, quelle che hanno dissipato ogni nube all'orizzonte presente e passato. È stato come un'epifania, un pianto liberatorio che mi ha consolato e donato la pace. È stato come riscoprire la luce, riscoprire che non ho sbagliato tutto e che se anche lo avessi fatto non ho nulla di cui colpevolizzarmi. Ho fatto del mio meglio. Ho tentato. Ho amato, amo e amerò ancora. Non tutto è perduto. Non tutto il tempo è andato sprecato.
Non sarà semplice ricominciare perché non posso smettere di amarlo dalla sera alla mattina. Ci vuole tempo, ma intanto è giusto e sano lasciarlo andare. È giusto per Lui, è giusto per Me. Questa è la parte più difficile: dire addio e lasciarlo andare per la sua strada. Lo ammetto, incominciavo ad essere egoista, stronzo e ricattatore, come se tutto mi fosse dovuto. Non l'ho fatto con cattiveria e né sto cercando delle scuse per discolparmi, so di aver sbagliato ad usare il senso di colpa come arma per tenerlo ancora un po' legato a me. La paura di poter restare soli è una brutta bestia, però ho capito che non sono solo, perché c'è Lui a proteggermi come Amico, perché ci sono tante persone che mi vogliono bene e che me l'hanno dimostrato con tanti piccoli gesti. Non vi cito uno per uno per paura di dimenticarmi qualcuno, ma in una parte del mio cuore ho inciso i vostri nomi a mo' di promemoria per il futuro e vi ringrazio. Per il momento il quadernino che gli volevo regalare non lo distruggo perché mi serve per ricordarmi di continuare a lottare e di prendere in mano le redini della mia vita. Più in là lo distruggerò e da quelle ceneri come l'araba fenice ne nascerà uno tutto mio. Ora ho bisogno di metabolizzare e di riabituarmi ad un IO, perché quel NOI non può più esistere. Non sarà facile. Ora devo prendere un nuovo foglio bianco e incominciare a scrivere e a colorare con i colori della vita. Non lo so se ci sarà qualcuno di speciale tutto per me, né quando e come arriverà. Spero presto, perché perdersi in un abbraccio riscalda il cuore e rinfranca lo spirito. Mi sembra cosa buona e giusta non continuare a parlare di Lui su questo blog, ma di riprendere a parlare di Me. Prima però un grosso grazie di cuore, un abbraccio stritolante stretto al cuore e un bacio sulla fronte, glieli mando lo stesso, perché in un certo senso, se rinasco, un po' è anche merito tuo. Cerca di essere felice. Ti voglio bene mio piccolo Raggio di Sole.


18 commenti:

  1. Sono contento di risentirti positivo :*

    RispondiElimina
  2. Mi piace questa tua nuova linfa :) Mi piace veramente tanto! :D Hai un cuore troppo grande per lasciarlo al buio :)
    Un grande grande abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  3. Oh, Kamar, spero davvero non ti sia offeso.
    Se ho detto qualcosa che ti ha urtato, mi scuso moltissimo.
    Non era mia intenzione.
    Ti auguro il meglio, per qualsiasi cosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chaggy, ma che stai a di'? Ma quando mai mi hai offeso? Anzi sei sempre stato gentilissimo con me, sei tra quelli che ringrazio di cuore.
      Un grosso abbraccio! :)
      Francesco

      Elimina
  4. Mmm... il commento di stamattina è sparito, così ho pensato di aver scritto, seppur involontariamente, qualcosa che ti ha dato fastidio.
    Non mi offenderei, qualora fosse così, se tu me lo dicessi. Le parole possono curare, ma anche ferire. Cerco sempre di stare attento, ma se avessi scritto qualcosa che non ti piace, dimmelo pure.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei sicuro? Non ne trovo traccia, ho guardato perfino nello spam. :( È la prima volta che mi capita.
      Ne sono mortificato e mi dispiace, anche perché non è mia intenzione censurare nessuno.
      Ora però sarei curioso di sapere cosa mi avevi scritto. :)

      Elimina
    2. Non ricordo le parole esatte, non era nulla di più che un saluto, ma so per esperienza che quando si è provati emotivamente e fisicamente, anche una parola detta con le migliori intenzioni può dare fastidio.
      Delle volte si ha solo voglia di mandare tutto e tutti a quel paese. E voglio dire... ci sta assolutamente. Non ti dovresti scusare...
      Comunque un saluto te lo lascio pure oggi ;)
      Buona serata e non sparire.

      Elimina
    3. Grazie Chaggy! :) No, non sparisco è solo che ho una settimana tostarella, ma prometto che o sabato pomeriggio o domenica aggiorno il blog, anche perché poi domani parto per Torino e rientro sabato mattina, salvo imprevisti. Buona giornata a nche a te! :)

      Elimina
  5. beh la fine di un amore si gestisce meglio se si hanno amici che con parole o anche con silenzi riescono a starti vicino nel modo giusto. L'amicizia è la forma d'amore capace di "dare" di più...lo so io che vivo un periodo negativo anche da quel punto di vista....ma dopo il bagno e drink a base di acqua di lourdes..so che andrà meglio :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo auguro ad entrambi, solo che più che puntare all'acqua di Lourdes punto sul circondarmi di persone positive, provaci anche tu! ;)

      Elimina
  6. penso che trovare una persona positiva/ amico o un amore presenti le stesse enormi difficoltà. Non credo ai miracoli, penso però che la vera felicità più che col supporto degli altri la dobbiamo trovare dentro di noi. Lo so lo so è una frase fatta, ma con l'esperienza non positiva con le persone ho maturato questa convinzione. Poi se tu hai amici veri ed affidabili...meglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bisogna trovare la forza dentro di noi, ma con degli amici vicino è un pelino più semplice. :)

      Elimina
  7. Principe, come stai? Un saluto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che ho visto tempi migliori, ma anche tempi peggiori. Credo che da qui in poi si può solo migliorare, per forza.
      Un abbraccio! :)

      Elimina