venerdì 17 gennaio 2014

Next


Non aggiorno il blog da un bel po': un po' per pigrizia, un po' per stanchezza e un po' per mancanza di tempo perché ho altre priorità. Dove eravamo rimasti? Ah, sì agli immancabili bilanci di fine/inizio anno. Un anno, come il 2013 appena trascorso, che da un lato ha portato qualche cambiamento importante ma soprattutto qualche nuova consapevolezza e chiarezza nella mia vita da un lato, ma per il resto tutto è rimasto immobile e immutato. In un commento (perdonatemi ma son diventato così pigro che rispondo con molto ritardo ai commenti e alle mail) al mio post del 27 dicembre per i miei sob! 33 anni  con tanto di auguri via twitter di quel gran gnocco di Colton Ford (leggete tutto cliccando qui), MOUSEtrip mi fa notare come di solito le liste di buoni propositi fatte il giorno del compleanno e quelle di fine/inizio anno non vanno mai a buon fine, ma in effetti alla fin fine a chi importa se vanno o meno a buon fine? Per cui la faccio, o meglio la trascrivo anche qui perché nella mia testa faccio e disfo in continuazione liste di ogni genere (Real Time con Io e le mie ossessioni mi leggi? Sono un caso umano per te!), e poco importa se ogni volta alla fine mi troverò a spuntare nulla o poco più.
Partendo dall'inizio, cosa salvo del 2013, cosa butto del 2013 e cosa mi aspetto/voglio realizzare per questo 2014?
Di sicuro salvo l'esperienza lavorativa di Acqui Terme e il calore umano dei ragazzi, della vicepreside (se non ci fossi stata tu mi sarei sentito perso e comunque io a Salerno un bacione gliel'ho dato veramente da parte tua mentre tornavo a casa!) dei colleghi (ma non tutti) e degli acquesi in generale (in primis i titolari della pensione in cui ho alloggiato). Al contrario butto i prezzi assurdi degli alloggi della provincia di Alessandria che mi hanno portato a rifiutare lavori nell'ultima coda dell'anno, magari se fossi stato sul campo avrei trovato qualcosa di più economico, ma per le mie esigenze (spesso cattedre non complete e/o prezzi assurdi unito a posti in culo al mondo), mi viene da dire solamente, con un gran bel francesismo, A ripijatevi! Ma chi vi s'incula? Siete fuori di testa! Motivo per cui, sì belle zone (alcune mica tanto eh! In rapporto all'accessibilità), bella regione e blablabla ma in questo 2014 metterò una grossa croce su questa provincia e più in generale su tutta la regione, a luglio o quando sarà il termine si cambia e ci si sposta in zone (spero) migliori lavorativamente parlando.
Del 2013 salvo il fatto che ho finalmente capito/deciso cosa voglio fare da grande, ossia l'insegnante! Motivo per cui anche se dopo la mia prima sofferta laurea magistrale in economia aziendale avevo giurato a me stesso che non mi sarei mai più iscritto per un bel po' all'università, credo che quel bel po' durato un paio d'anni si evince come superato per cui mi sono iscritto a scienze delle merendine, pardon a scienze della formazione primaria per diventare maestro visto che alle superiori speranze per riuscire ad ottenere l'abilitazione e lavorare seriamente, con la mia classe di concorso, sono ridotte al lumicino. Non mi pento della scelta che ho fatto, ma butto del 2013 la disorganizzazione del corso di laurea e più in generale le pessime politiche italiane mirate alla distruzione dell'istruzione pubblica: Ministro Carrozza quand'è stata l'ultima volta che è entrata in una scuola pubblica ed ha toccato con mano i suoi problemi? Lo vogliamo risolvere sto schifo che cambiate ogni 5 secondi idee e direttive a seconda di come cambia il vento? Perché alimentare le fila del precariato illudendo a caro prezzo la possibilità di abilitarsi e poi si sta fermi al palo cercando di sbarcare il lunario? Sto schifo del bonus maturità, che prima c'è poi non c'è più, che fa entrare gente che fa ricorso al Tar danneggiando tutti e ingrassando solo gli avvocati, per non parlare dello schifo dei ricorsi al Tar del 2012 grazie a prove selettive fatte alla pene di segugio per le quali nessuno al ministero ha pagato per gli errori commessi, vogliamo fare qualcosa? E i Pas anche per la scuola primaria e dell'infanzia quando c'è già un corso di laurea abilitante? Non è bello giocare con i sogni e la vita della gente, ne riparliamo tra 5 anni... In questo 2014 mi aspetto su questo versante più chiarezza e più serietà, anche se è più probabile che io dia il mio nome agli unicorni rosa che scoprirò, piuttosto che accada una politica seria in materia di istruzione.
Del 2013 salvo l'essere arrivato primo a punteggio pieno ai test selettivi (tiè con o senza bonus maturità resto sempre primo, anche perché quei punti pieni li avrei lo stesso!) e la mia autostima ringrazia, salvo che poi tanto scemo non sono, salvo l'abbraccio di S. in piazza ad Acqui con tanto di complimenti sinceri sul mio breve lavoro e pazienza se la media aritmetica mi ha costretto a lasciarti la materia, salvo gli affetti di alcuni amici e loro sanno a chi mi riferisco. Sempre in tema di amicizia butto in questo 2013 le mie cinque pseudo amiche universitarie, continuate a spalare merda su tutti compreso me e a fare le carine di facciata tanto non vi si incula nessuno! con questa mentalità gretta da paesino e la vostra falsità, meglio ora che non più in là ed è già tanto che ancora vi concedo il mio saluto. Mi dolgo, ma mi vedo costretto a buttare anche il mio piccolo Raggio di Sole: non nego l'affetto, l'amore e la stima che nutro ancora verso di lui ma ormai credo non esista alcun rapporto, visto che mi ignora e dall'altro lato visto che non è cosa gradita evito di cercarlo. Non so se invece questo "rapporto" sia come il buon seme della parabola, quello che cade in terra ma non muore, aspetta e poi cresce; ma al momento è solo un lui che legge il mio blog perché metto il link al post che pubblico anche su facebook... Mi dispiace da un lato aver bruciato un bel nick così, però sinceramente per un bel po' di tempo è stato veramente come un raggio di sole: bello in tutti i sensi, caldo, ha riscaldato il mio cuore gelido, ma a quanto pare inafferrabile. Pensavo fosse quello giusto, ora non so o meglio so ma... Usarlo come metro di giudizio praticamente taglia le gambe a tutti e comunque ho capito che l'Amore mi rimbalza e questa consapevolezza me la porto nel 2014. Mi innamorerò di nuovo? Non credo. Dico ciò perché credo di essere un po' come il soldatino di stagno di Andersen, quello a cui mancava una gamba perché era finito lo stagno essendo l'ultimo ad uscire dallo stampo, ecco, penso che fosse finito lo stagno quando dio, o chi per lui/lei, ha creato le due metà della mela ed io son rimasto da solo, senza. Ora lo so, l'ho più o meno accettato, anche se vorrei sbagliarmi ma a questo punto non credo, e mi accontento di vedere il lieto fine nelle storie degli altri e di riflesso mi rallegro per loro. In questo 2014 vorrei riuscire a bruciare il quaderno con la copertina scozzese, quello che scioccamente volevo regalare a RdS, non so se ci riuscirò al momento mi ricorda che anch'io ho provato ad amare e mi sono messo in discussione, insomma almeno c'ho provato e pazienza! Sempre nel 2014, siccome l'amicizia mi ha in un certo qual senso tenuto a galla quando credevo di sprofondare, credo che sia giusto provare a dedicare più tempo agli amici, compresi quelli "virtuali", perché in fondo credo sia del tempo ben speso e che porta sempre dei frutti.
Sempre per i buoni propositi del 2014, riprovo a mettere un po' le solite cose: volermi più bene (ahahahahahah sì come no!) e prendermi cura di me (ahahahahreloaded mmm.. mi sa che devo farli per forza se no che razza di maestro voglio diventare se non do il buon esempio?), essere orgoglioso di me e di quello che sono, fare sempre nuove esperienze, viaggiare un po' di più (carenza latente di soldi permettendo), leggere più libri, fare nuove amicizie, realizzarmi professionalmente (visto che in campo affettivo non credo ci riuscirò mai e ne sono consapevole). Stavo per aggiungere fare più sesso, ma poi una vocina m'ha detto visto che ci sei scoprire anche gli unicorni rosa, il più potente filtro d'amore, l'elisir di lunga vita, diventare ricco e l'immancabile pace nel mondo (Miss Italia docet!) e mi sono reso conto che stavo per trascrivere una lista di fantascienza pura per cui mi fermo qui, anche se avrei potuto continuare a scrivere la lista delle cose che avrei buttato del 2013 partendo dall'amarezza fino ad arrivare a quel senso di solitudine perenne che mi accompagna sempre, ma il post è abbondantemente lungo e mi sembra giusto ripartire da qui.


Eu quis te conhecer, mas tenho que aceitar
Caberá ao nosso amor o eterno ou o não dá
Pode ser cruel a eternidade
Eu ando em frente por sentir vontade

Eu quis te convencer, mas chega de insistir
Caberá ao nosso amor o que há de vir
Pode ser a eternidade má
Caminho em frente pra sentir saudade

Paper clips and crayons in my bed
Everybody thinks that I am sad
I'll take a ride in melodies and bees and birds
Will hear my words
Will be both us and you and them together

'Cause I can forget about myself
Trying to be everybody else
I feel alright that we can go away
And please my day
I'll let you stay with me if you surrender

Eu quis te conhecer mas tenho que aceitar
(I can forget about myself
Trying to be everybody else)
Caberá ao nosso amor o eterno ou o não dá
(I feel all right that we can go away)
Pode ser a eternidade má
(And please my day)
Eu ando sempre pra sentir vontade.
(I'll let you stay with me if you surrender)

Marcelo Camelo feat Mallu Magalhães (Janta - Album: Sou - Anno: 2008)

5 commenti:

  1. Bravo Principe. <3 Ma Bravo davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo non saprei ma grazie lo stesso! :* :)

      Elimina
  2. Con i bambini e ragazzini di sempre, ma soprattutto di queste ultime generazioni, tutta la mia stima a chi insegue il desiderio di diventare maestro. Ti auguro di cuore di raggiungere il tuo obiettivo :)

    RispondiElimina